Fame nervosa: come fermarla?

fame nervosa

Purtroppo la fame nervosa è una costante presenza nella quotidianità, nella vita di chi è a dieta o comunque cerca di seguire un regime alimentare sano ed equilibrato. Ma come si fa a resistere alla fame nervosa, ovvero, quella fortissima tentazione che arriva all’improvviso e ti dice di mangiare tutto ciò che è a portata di mano?

Se vuoi vincere la fame nervosa ecco alcuni suggerimenti utili…

Cos’è la fame nervosa?

Sicuramente ti sarà capitata una giornata no, in cui magari si arriva tardi a lavoro, il capo ti scopre, un cliente è insoddisfatto e quindi ti si apre una voragine di sentimenti nello stomaco. Oppure bastano piccole cose, come un’interrogazione andata male, un esame non superato, o la pioggia battente che ti fa rimpiangere il caldo torrido dell’estate e la sensazione di avere i piedi cocenti per la sabbia in spiaggia. Insomma la fame nervosa è sempre lì dietro l’angolo ad aspettarti!

Purtroppo le cattive abitudini sono dure a morire, in particolare quando si trova conforto nel cibo. C’è chi preferisce i dolci, chi la pasta, ma mangiare tra un pasto e l’altro mentre guardi la tv non è salutare.

Solitamente il rapporto con il cibo è spesso accompagnato dai sentimenti. La mancanza di fiducia in se stessi, sentirsi fuori luogo, non sentirsi accettati, essere arrabbiati senza potersi sfogare, ti potranno sicuramente ad avere a che fare con questa cattiva abitudine, causando problemi sia dal punto di vista fisico che psicologico.

fame-nervosa-cervello

È importante però sapere che una via d’uscita c’è! E non comprende il morire di fame o il desiderare la cosa più appetitosa di questo mondo. Vediamo insieme delle possibili soluzioni che non comprendono la dieta ferrea.

Individua i fattori scatenanti della fame nervosa

Come abbiamo detto fino ad ora la fame nervosa è solo una reazione. Quindi per combatterla bisogna conoscerne la causa. Fermati un attimo a pensare, e fai mente locale. Prendi carta e penna e scrivi quali sono stati i fattori scatenanti. Non c‘è bisogno di ricordare gli eventi di anni addietro, basta partite dal quotidiano. Solitamente, i fattori possono essere:

  • Noia, molte persone mangiano per noia.
  • Troppi pensieri che non sai come affrontare.
  • Seguire una dieta che non ti soddisfa psicologicamente.
  • Stress per il lavoro, la scuola o l’università
  • Incapacità di raggiungere gli obiettivi prefissati.
  • Rabbia.
  • Solitudine.

Dì la verità, ti rivedi in una di queste cause vero? È normale, la fame nervosa non è così rara come credi.

fame-nervosa-cibi-dolci

Individuati i fattori, dovresti ora capire perché ti comporti cosi. Facciamo un esempio pratico: quando mi annoio mangio. Viene da dire ok, ma non è ok! Dovrai invece chiederti perché mangio quando sono annoiata/o? E se la risposta è banale, continua a rifarti la stessa domanda! Alla fine raggiungerai una risposta che ti soddisfi. Molto probabilmente la risposta la troverai in qualche accadimento passato.

Fatto ciò, cerca di risolvere il problema alla base, quindi il fattore scatenante. Se proprio ti è impossibile risolverlo, almeno ora saprai che quando sei annoiata/o vuoi mangiare. Ora che lo sai però puoi evitare l’abbuffata e mettere in atto delle soluzioni.

La soluzione alla fame nervosa

Quando arriva l’attacco di fame nervosa, e tu lo sai che sta arrivano perché sei cosciente che il fattore scatenante si è verificato, metti in atto i trucchetti che sto per dirti.

Esistono, infatti, dei cibi antifame, che ti aiutano ad attenuare la fame nervosa che ti divora dall’interno. Ad esempio lo yogurt, mezzo bicchiere di latte scremato, una pallina di gelato alla frutta, delle carote da sgranocchiare, quattro mandole, due noci, sei nocciole e perché no una mela, sono ideali per placare la fame. Va bene anche la frutta e la verdura in genere, non è importante quale, è fondamentale che sia però la tua preferita.

Ricordati che la voglia di mangiare è comandata dal cervello. Quindi è inutile suggerirti di mangiare l’insalata, perché l’insalata per quanto fa bene è triste come spuntino, se non ti piace. L’ideale è scegliere uno dei cibi sopra elencati che non solo fanno bene, ma ti permetteranno di evitare i biscotti, seguiti dalle patatine e accompagnati da una barretta al cioccolato.

fame-nervosa-trucchi-per-non-mangiare

Ovviamente  sarebbe bene risolvere il problema alla base e imparare a gestire lo stress. Ma quando ci sono proprio quelle giornate no, in cui vorresti solo chiuderti in casa e mangiare all’infinito finché non ti senti pieno fino a scoppiare, allora potrai sgranocchiare uno degli alimenti suggeriti evitando così non solo di prendere peso, ma anche i sensi di colpa che arrivano quasi nell’immediato.

Accettare l’idea che non si può controllare tutto, sicuramente ti aiuterà. Si possono fare molte cose quando si è sotto attacco di fame nervosa.

Se ad esempio mangi perché sei annoiata/o, allora vestiti e vai a fare una passeggiata, un giro per i negozi, vai a correre, porta il cane a spasso, vai in palestra, esci con gli amici, l’importante è allontanarsi da ciò che ti annoia.

Oppure sei nervoso perché hai litigato con il marito/moglie, fidanzato/fidanzata? Concentrati su ciò che ti fa distrarre. Anche se è dura perché il cervello continuerà a ripetere all’infinito “mangia”, sforzandoti un po’ e riuscirai a distratti, così eviterai di mangiare, ti calmerai e sicuramente avrei una mente più lucida.

Clicca QUI ora per avere il tuo programma “Fattore Brucia Grasso”, per perdere peso ed imparare il resto di queste tecniche e per spazzare via il fastidioso grasso sullo stomaco che spesso e volentieri ti costringe a sbottonare il primo bottone dei tuoi pantaloni.

banner1