Voglia di dolce improvvisa? I consigli per contrastarla

voglia di dolce di cioccolato

Non è raro essere assaliti da una voglia di dolce improvvisa che non ti permette di pensare ad altro. Ma come combatterla? Come evitare di divorare tutte le merendine presenti nel cassetto e quindi non ingrassare? Noi abbiamo la risposta!

Perché si ha voglia di dolce?

Spesso la voglia di dolce diventa incontrollabile, provocando una sorta di assuefazione che sicuramente ti darà qualche “problema” durante la giornata. Molteplici sono le cause che provocano questa voglia, e non tutte hanno un riscontro psicologico.

Ad esempio, la stanchezza è uno dei motivi per cui il corpo chiede “il dolce”. Quando non si ha energia, il modo più veloce di produrla è introdurre gli zuccheri. Questo accade quando non mangiamo correttamente, o non mangiamo gli alimenti che ci servono realmente per produrre energia.  Per ovviare a tale problema, basterebbe alimentarsi con regolarità tutto il giorno, consumando tre pasti più due spuntini. Inoltre, è fondamentale non saltare la colazione, poiché è il primo carburante della giornata, e senza una buona dose di carboidrati e proteine, sarà difficile lavorare o studiare.

I cambiamenti ormonali sono un’altra causa da tenere in considerazione. Generalmente sono le donne a risentirne di più, in particolare alcuni giorni prima delle mestruazioni. Dì la verità anche tu quando senti che sta per arrivare il ciclo pensi solo al cioccolato vero? Sicuramente starai annuendo allo schermo. Non preoccuparti, è normale. Gli ormoni, infatti, regolano il modo con il quale il corpo usa l’energia, influenzando quindi la scelta degli alimenti. Se non vuoi rinunciare al cioccolato, una volta al giorno puoi concedertene tranquillamente un pezzetto, purché sia fondente. Inoltre cerca di mangiare porzioni più piccole ma più volte al giorno. Non dimenticare di assumere liquidi, come i succhi di frutta, e riposare.

voglia di dolce come combatterla

Sembrerà una motivazione assurda, ma la voglia di dolce è sposso associata alla candida. La candida è causata dal microrganismo Candida Albicans, un piccolo batterio che vive nel tratto gastrointestinale. Solitamente causa gonfiore, crampi addominali, allergie, stanchezza, mal di testa, mani fredde, polsi doloranti e secrezioni vaginali simili alla ricotta. Inoltre provoca spesso un’irrefrenabile voglia di dolce. Si pensa che ci sia una diretta correlazione tra consumo eccessivo di zuccheri e sviluppo della candida.

Ovviamente la voglia di dolce è causata anche da fattori psicologici. Alcune persone tendono a mangiare cibi dolci quando provano delle forti sensazioni sia in positivo che in negativo. In tal caso, quando senti quella voglia crescente di dolci, prova a non pensarci, cambia attività e se proprio non ti passa, analizza le tue emozioni.  Dal punto di vista psicologico, anche il sapore in se per se fa la sua parte. Si sa i dolci hanno un ottimo sapore, a prescindere dai gusti personali. Mangiare un alimento buono dal punto di vista psicologico e sensoriale, crea sicuramente un forte piacere. Però è fondamentale non abusarne, senza superare le 200 kcal per portata (dolce) e la dose di tre volte la settimana.

Come placare la voglia di dolce?

Ti starai chiedendo, beh, e metti caso che quel giorno non sono riuscito/a a mangiare in modo corretto perché ero a lavoro e non avevo tempo, oppure è una giornata orribile e ho bisogno di tirarmi su di morale, cosa posso mangiare per placare quell’irrefrenabile voglia di dolce? Gratificarsi a fine giornata non è sbagliato, anzi potrebbe essere l’obiettivo da raggiungere se però si segue un buon piano alimentare. L’importante è saper scegliere.

La frutta è perfetta per combattere la voglia di dolce. Capita spesso dopo cena di avere un leggero languorino. La frutta allora è ciò che fa per te. Ma non parlo della classica mela, o dell’arancio. L’ideale sarebbe un frutto buono, come delle fragole, il pompelmo, il melone o i frutti di bosco. Oltre ad essere a basso contenuto calorico fanno benissimo, e poi sono colorati, mettono allegria.

voglia di dolce dopo cena

Se invece sei in grado di controllare le quantità e non ti lasci trascinare dal momento, il cioccolato sarà tuo alleato. Facciamo riferimento al solo cioccolato fondente, bandito quello al latte o il cioccolato bianco. Ideale per chi sa di non riuscire a mangiare solo un quadrato, è il cioccolato fondente al 99%. Avrà un gusto diverso da quello classico, perfetto per i golosi.

Nel caso in cui invece vuoi continuare ad essere rigido, ma la voglia di dolce ti accompagna ad ogni passo, puoi optare per una tisana. Ci sono tantissime soluzioni cui attingere che hanno un gusto dolce. Ad esempio il tè aromatizzato alla vaniglia, la menta piperita o le tisane a base di liquirizia. Potrai dolcificarla con la stevia.

I dolci più dannosi

Se proprio non riesci a resistere, e vuoi concederti un peccato di gola, fallo la mattina. In questo modo avrai tutto il tempo sufficiente di consumare le calorie assunte.

Evita assolutamente i dolci industriali. Sono ricchi di grassi saturi, grassi idrogenati e additivi. Ti stupiresti di quanti conservati sono presenti nella tua merendina preferita. Non parliamo solo dei bellissimi unti e bisunti cornetti con crema al cioccolato, dei dolci fritti e quelli realizzati con lo strutto, ma anche la mitica crostatina, il plumcake e il frollino.

voglia di dolce dopo cena

Preferisci invece un dolce fatto in casa. Utilizza cacao magro, farine integrali e frutta al posto delle creme come farcia. Se proprio non hai il tempo di cucinare, allora opta per dolci che hanno nella lista degli ingredienti miele, cioccolato fondente, latte scremato o di origine vegetale. Generalmente questi prodotti sono destinati agli intolleranti al lattosio. Potrà sembrarti strano, ma sono molto buoni, parola di lupetto!

Un esempio di colazione ideale potrebbe essere: un caffè, una tazza di latte parzialmente scremato e due fette biscottate ai cereali con un velo di miele o marmellata.

banner1